HomeLa RivistaREDDITOMETRO SOSPESA “L’INQUISIZIONE FISCALE

REDDITOMETRO SOSPESA “L’INQUISIZIONE FISCALE

Dalla parte dei Consumatori / 157

 

Il Codacons esprime soddisfazione per la decisione della Premier Giorgia Meloni di sospendere il decreto sul Redditometro. L’associazione era stata tra i primi soggetti a scagliarsi contro la misura fiscale, ricordando come il Redditometro non abbia prodotto in passato gli effetti sperati.
“Bene ha fatto la Meloni a bloccare il provvedimento annunciando di volersi dedicare alla lotta ai grandi evasori, perché così si evita ai cittadini una ingiustificata “inquisizione fiscale” – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il Redditometro introdotto da precedenti governi ha avuto come unica conseguenza quella di terrorizzare i contribuenti, ma non ha apportato alcun beneficio sul fronte della lotta all’evasione, anzi ha determinato danni alle casse statali in relazione agli elevati costi degli accertamenti. Non a caso il provvedimento ha ricevuto in passato la bocciatura sia della Corte dei Conti, sia di alcuni tribunali” – conclude Rienzi.

Codacons – Comunicato . Carlo Rienzi -22 maggio 2024)

 

 

 

Nessun Commento

Inserisci un commento