HomeLa RivistaAttualità e AmarcordSCOMPARE LEONARDO DEL VECCHIO: SENZA VERI IMPRENDITORI NIENTE BENESSERE E ..LE AZIENDE CHIUDONO

SCOMPARE LEONARDO DEL VECCHIO: SENZA VERI IMPRENDITORI NIENTE BENESSERE E ..LE AZIENDE CHIUDONO

Attualità /65 

SCOMPARE LEONARDO DEL VECCHIO: SENZA VERI IMPRENDITORI NIENTE

BENESSERE E ..LE AZIENDE CHIUDONO

di Marcello Martelli

Addio a Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica e presidente esecutivo di EssilorLuxottica, la più grande holding produttrice e venditrice mondiale di occhiali e lenti che conta circa 80.000 dipendenti e oltre 9000 negozi. Abbiamo perso un uomo eccezionale e un grandissimo imprenditore, rappresentante di una razza ormai in estinzione. A Roma aveva messo le mani anche nella Sanità salvando il vecchio ospedale Fatebenefratelli. Il cordoglio per la sua perdita è stato unanime in tutta Italia, non solo nel territorio cui aveva cambiato volto. Tutti abbiamo ormai capito che, senza certi imprenditori capaci, umani, lungimiranti; senza la loro “politica industriale”, non si va da nessuna parte. Invece di sviluppo e benessere, in loro assenza disoccupazione e miseria avanzano. Lo hanno capito anche i sindacati a Colonnella e Martinsicuro con la chiusura dell’Atr e della Veco, aziende d’avanguardia che politici e sindacalisti ciarlatani non sono stati capaci di mettere in salvo. Senza imprenditori veri, la ex Vallata dell’Eden è ormai un ricordo. In compenso, abbiamo inventato il reddito di cittadinanza per mantenere chi non ha mai lavorato, intanto le aziende chiudono e i disoccupati aumentano. La scomparsa di Leonardo Del Vecchio ricorda a tutti una semplice verità: se vogliamo benessere e lavoro, dobbiamo ridare spazio agl’imprenditori capaci che sanno come assicurare sviluppo alle aziende e al territorio. Anche l’Abruzzo e la Valvibrata hanno avuto i loro benemeriti imprenditori-protagonisti, poi oscurati e messi al bando da una annosa politica ideologica e disfattista. Con i risultati disastrosi che oggi abbiamo sotto gli occhi.

Articolo precedente
Articolo successivo
Nessun Commento

Inserisci un commento