HomeCulturaarti“IL 2022 L’ANNO DI PASOLINI”. PROMOSSO DALL’AMBASCIATA ITALIANA IN SPAGNA PER CELEBRARE L’ARTISTA ITALIANO

“IL 2022 L’ANNO DI PASOLINI”. PROMOSSO DALL’AMBASCIATA ITALIANA IN SPAGNA PER CELEBRARE L’ARTISTA ITALIANO

L’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, il Círculo de Bellas Artes, l’Università Autonoma, l’Università Complutense di Madrid e l’Ambasciata d’Italia in Spagna si sono uniti con l’obiettivo di realizzare un programma comune per celebrare il centenario della nascita del grande scrittore, poeta, regista italiano Pier Paolo Pasolini. Questa intensa collaborazione ha dato vita a un programma che comprende attività culturali e informative oltre a quelle scientifiche e accademiche.

 Durante la presentazione all’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, l’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia, ha sottolineato: L’Anno Pasolini è un progetto ambizioso per approfondire l’opera del grande scrittore, poeta, cineasta, drammaturgo e, soprattutto, il suo rapporto con la Spagna. Penso all’influenza che i poeti Antonio Machado, Juan Ramón Jiménez e Carlos Escardó hanno avuto sull’opera di Pasolini e allo straordinario rapporto che ha avuto con Rafael Alberti. È un orgoglio constatare che prestigiose istituzioni spagnole e italiane abbiano collaborato e continuino a farlo per la valorizzazione della loro  eredità.

Marialuisa Pappalardo, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, ha evidenziato che Pasolini: ha sempre rappresentato un punto di riferimento nella storia di questo Istituto.  Quest’anno lo dedichiamo alla sua vita, al suo lavoro, all’importanza e al significato che ha per la cultura italiana ed europea. Pasolini è stato un grande intellettuale che ha usato infiniti modi per esprimere una visione del mondo che ancora ci appartiene.

Valerio Rocco Lozano, direttore del Círculo de Bellas Artes ha sottolineato il carattere poliedrico di Pasolini: poeta, saggista, romanziere e cineasta, è sempre stato un intellettuale impegnato politicamente, dimostrando che la Cultura con la C maiuscola non può mai essere separata dalle grandi sfide sociali del proprio tempo.

L’Università Complutense di Madrid è stata rappresentata dal Vice Preside della Qualità e Innovazione Jorge Arús, il Vice Direttore del Dipartimento di Filologia romanza, francese, italiana e della traduzione nonché Direttore dell’Area italiana, Mirella Marotta, e dalla professoressa Chiara Cappuccio.

L’Università Autonoma era rappresentata da Irene Martín, Vice Presidente per le Relazioni Internazionali dell’Università Autonoma, e dal Professor Lorenzo Bartoli.

L’Anno dedicato a Pasolini è stato inaugurato con il concerto jazz, “Le Nuvole di Pier Paolo”, tenutosi al Círculo de Bellas Artes. Un progetto musicale inedito per ricordare il grande intellettuale italiano attraverso i testi che scrisse per Domenico Modugno, le musiche scelte per i suoi film e le canzoni popolari italiane inserite nel suo Canzoniere italiano.

Il prossimo 1 marzo verrà inaugurato, all’Istituto Italiano di Cultura, il ciclo di lettura a Lui dedicato, che comprende due letture mensili,  in programma fino a dicembre 2022. Sempre a marzo, avrà inizio il Mitoforum Pasolini: il mito nel cinema, nell’ACB; un viaggio attraverso alcuni dei miti che Pasolini ricrea nei suoi film: quattro presentazioni e dibattiti di Ángel García Galiano, Raffaele Pinto, Cristina Coriasso e Manuel Macías, organizzati con l’Università Complutense di Madrid.

A fine aprile, sermpre presso l’Università Complutense, si terrà l’Arcipelago Pasolini: una mappa concettuale dentro la sua opera; un congresso internazionale dedicato alla sua figura di intellettuale e alla sua opera . Obiettivo dell’iniziativa è mettere in luce la grande interdisciplinarietà e attualità dell’opera dell’autore italiano.

Da giugno sarà visitabile all’Istituto Italiano di Cultura la mostra fotografica “Ipotesi di raffigurazione/Ipotesi di figurazione”: 60 foto di autori italiani e spagnoli che indagano su cinque temi della poetica pasoliniana. La mostra è curata da Marco Delogu, con la collaborazione di Andrea Cortellessa e Silvia De Laude. Sempre nel mese di giugno, il 13, al Círculo de Bellas Artes, si svolgerà il dibattito “La contraddizione di chiamarsi Pierpaolo”, con Juan Barja, Aurora Freijo e Patxi Lanceros.

Non mancheranno, inoltre, le attività legate alle arti performative, realizzate in collaborazione con RESAD e iniziative dedicate allo scrittore, come ITmakes Art, la sezione artistica di ITmakeS.

Il progetto è promosso dall’Ambasciata d’Italia a Madrid, utile per la messa in luce dei valori comuni che uniscono Spagna e Italia.

I nostri lettori che volessero vedere o rivedere una grande opera cinematografica di Pasolini possono farlo con il film, in edizione restaurata , “IL VANGELO SECONDO MATTEO”, dal quale sono state anche estratte le immagini dell’articolo, nel link di YouTube che alleghiamo.

https://youtu.be/Awaso0MNprY

Nessun Commento

Inserisci un commento