HomeAmbienteCHAMPAGNE TSARINE by ADRIANA

CHAMPAGNE TSARINE by ADRIANA

Il Vino / 85

                  CHAMPAGNE TSARINE by ADRIANA

 

Dopo la settimana appena trascorsa siamo entrati nella seconda domenica dell’Avvento e,come promesso, continuiamo a parlare di vini gioiosi. Per l’aperitivo del 24 dicembre o del giorno di Natale vi propongo di degustare questo Champagne raffinato che proviene dal territorio che qualifica tutta la regione : Reims. Fondata nel 1730, Chanoine Frères è la seconda casa di champagne più antica di Francia. Una Maison che, quasi tre secoli dopo, continua a sviluppare il suo patrimonio e a trasmettere il piacere dello champagne, di generazione in generazione, in Francia e nel mondo. A quel tempo la lingua francese risuonava nei corridoi dei palazzi di San Pietroburgo, la moda parigina era oggetto di ogni attenzione, si discuteva con interesse delle grandi opere del Secolo dei Lumi. L’alta società russa si innamorò della cultura francese, e in particolare della sua migliore illustrazione: lo champagne. Presentato a corte sotto l’imperatrice Anna Ivanovna, divenne ben presto l’ospite d’onore di tutti i banchetti, specialmente alla tavola di Caterina II e dei più grandi nobili dell’Impero. E proprio  grazie al suo ricco passato, la casa Chanoine Frères ha voluto rendere omaggio alle giovani donne audaci e coraggiose della nobiltà russa che hanno partecipato all’influenza internazionale dello Champagne durante il secolo XVIII .

La cuvée oggi in degustazione è firmata da Adriana Karembeu, musa della casa Tsarine, attrice e moglie di un ex calciatore famoso in Italia e in Francia, che insieme al Capo-Cantina  ha creato un prodotto dove lusso e raffinatezza si uniscono in bollicine di piccole dimensioni; insomma un elisir di delicatezza, di armonia e di finezza.

Provenienza: Reims – Francia

Annata : 2019

Gradazione alcolica: 12 vol.%

Varietà delle uve:  Chardonnay  34% – Pinot Noir 33% e Pinot Meunier 33%

Tipologia: le vigne sono ubicate sulle colline di Reims con orientamento a sud e si estendono per 24 ettari.

Vinificazione: è eseguita nel pieno rispetto del del protocollo  e come detto in altre occasioni le tappe debbono rispettare la regolamentazione specifica “AOC Champagne” a cominciare dalla vendemmia che non ha una data precisa e deve essere fatta rigorosamente a mano. Le uve debbono essere pressate dolcemente onde preservare la qualità del frutto ed avviate alla fermentazione alcolica a temperatura controllata . Le fasi successive sono :

Le Tirage , le  Remuage et dégorgement,  Habillage et commercialisation, operazioni sulle quali mi sono soffermato abbondantemente in altre occasioni a cui rimando il lettore. A proposito della bottiglia  (Habillage) è il caso di far rimarcare come essa sia luminosa e festosa,  ed essendo un magnifico oggetto in sé potrebbe essere riciclata come oggetto di arredamento.

Caratteristiche organolettiche: Questa Cuvée di Adriana della Maison Tsarine presenta bollicine finissime e delicate, un colore ambrato con una lucentezza abbagliante, un naso vivace con note di albicocca e di pesca matura, completate da note di fiori d’arancio. Una bella freschezza e molta eleganza in bocca, pieno e strutturato, la bocca è gustosa, il finale assolutamente cremoso.

Temperatura di servizio: 6-7 °C

Longevità : se ben conservato a temperatura costante di 10/12 C. può

restare in cantina per almeno  5/6 anni.

Abbinamenti : come ho già detto poco sopra  Il meglio lo dà al momento dell’aperitivo nudo e  crudo oppure  accompagnato con involtini di salmone affumicato e capperi. Si presta bene per un brindisi finale con un buon panettone o dolcetti ripieni di marmellata di albicocca.  Tuttavia, per chi vuole osare, lo consiglio con un gratin di cannolicchi preparati con pane raffermo,aglio,  olio evo e prezzemolo.

(Mario Travaglini)

 

   

 

Nessun Commento

Inserisci un commento