HomeLa Rivista  “HAE’ MPUSSIBELE” di Walter Cavuti

  “HAE’ MPUSSIBELE” di Walter Cavuti

ABRUZZESITA’ / 53

  “HAE’ MPUSSIBELE” 

di Walter Cavuti

Walter Cavuti, teramano, nel giungo del 1984 dà alle stampe – per i caratteri della Deltagrafica – una raccolta di poesie in vernacolo: “ ’Sta vane all’imbruvvise”.

I versi gli servono, al poeta, per tratteggiare, in modo abile, personaggi e abitudini, tradizioni e vizi, ma anche per richiamare, con sfumature di tenerezza vera, i sapori della famiglia, dell’amicizia, per non lasciar cadere il profumo di certe tradizioni.

Convivono, nei componimenti del Cavuti, il dialetto che egli vive  nel quotidiano e quello di qualche tempo prima, che si è andato affievolendo nell’uso. 

Tornano ad avere spazio, nei suoi versi, le tradizioni gastronomiche e i modi di dire che, una volta riproposti, operano  il miracolo di un innamoramento che li riporta in vita.

Ho scelto la poesia “Hae’ mpussibile” (E’ impossibile), composta nel 1983, ma attualissima ancora oggi, anzi oggi più che mai.

Se fossi potente…”, sì, se fossi potente farei tutte quelle cose che ogni uomo ha in mente da sempre e che dimentica non appena va rivestire ruoli tali che, davvero, gli consentirebbero di dare una svolta significativa alla vita dei tanti che soffrono e giacciono nel dimenticatoio. Purtroppo i “se” e i “ma” non hanno mai permesso grandi gesta!?!

 

HAE’ MPUSSIBILE! “

Se fusse putende vulasse aiutà

li gende che soffre pé la libbertà.

Se fusse ricche vulasse scangillà

sobbre stu monne la puvertà.

Vulasse che tutte fusse fratille

usasse li vasce, nò li curtille;

ci stasse rispette e ’dducaziune

tra giuvine e vicchie genirazziune.

Vulasse ncundrà, m’haè mattità,

la gende uneste, da respittà,

che nd’cercasse come ricatte,

minime ddò ove dandre nu piatte!

 

E’ IMPOSSIBILE!

Se fossi potente vorrei aiutare

La gente che soffre per la libertà.

Se fossi ricco vorrei cancellare

in questo mondo la povertà.

Vorrei che tutti fossero fratelli,

che usassero i baci , non i coltelli;

che ci fosse rispetto ed educazione

tra giovane e vecchia generazione.

Vorrei incontrare, ma è pazzia,

la gente onesta, da (poter) rispettare,

che non ti chiedesse per ricatto

nemmeno due uova dentro un piatto!

Nessun Commento

Inserisci un commento